La tragedia dell’ignoranza musicale in Italia (2)

Proseguiamo il nostro precedente articolo sulla criticità dell’incultura musicale in Italia, che personalmente riteniamo elemento grave ed esiziale per la tenuta anche civile del nostro tessuto sociale. Ma perché mai? ci si chiederà… Vediamo: prima della rivoluzione nell’istruzione che forse…

No crescita, no party!!

La relazione trimestrale di Settembre 2011 della Bank for International Settlements evidenzia che, le recenti turbolenze nei mercati finanziari, sono legate alle minori aspettative di crescita.Gli andamenti dei mercati finanziari nel periodo esaminato dalla banca riflettono, in larga misura, le…

Obbligazioni, le brevi della settimana

Le brevi di questa settimana si discostano di poco da quelle delle precedenti, infatti si è mantenuta alta la volatilità dei mercati. Il rendimento più alto lo dà Mps, considerato dai mercati più rischioso dell’Italia e della banca americana; infatti…

Berlusconi ed il lato “B” della Merkel

Ora si può davvero dire che il problema giudiziario dell’Italia è Berlusconi, non la mafia, i clandestini, la delinquenza spicciola, gli stupri, ecc..Infatti tutte le procure italiane stanno lavorando al problema, Milano, Roma, Napoli, Bari, manca Santa Maria Capua Vetere,…

Il downgrade del debito italiano

Standard & Poor ha declassato il debito italiano nella tarda serata di lunedì, dicendo che l’incertezza politica di Roma getta dubbi sulla capacità della nazione di mettere ordine nelle finanze. Il premier Berlusconi non condivide la decisione e questo è…

Un’obbligazione interessante

La forte caduta dei Titoli di Stato e delle obbligazioni statali e bancarie italiane apre interessanti opportunità di rendimento, una di queste è:Mediobanca A+ 17/02/15 IT0003806855Si tratta di un’obbligazione legata all’inflazione che paga con un moltiplicatore di 1,44 e che…

Mercato obbligazionario, il punto

Il mercato del reddito fisso, nell’ultimo periodo è stato contraddistinto da una forte avversione al rischio. Anche se i principali fattori che incidono sul sentiment non sono cambiati, ovvero rallentamento della crescita dei paesi sviluppati e crisi del debito sovrano,…