La Lonely Planet.. della gnocca

gnoccaSiamo italiani, abbiamo tanti difetti, ma virtù e passioni indiscutibili: una virtù è la nostra ars arrangiandi e una passione… beh, la lasciamo al vostro intuito.

C’è un gruppo di brillanti blogger anonimi che ha messo insieme le due cose e lanciato un’iniziativa, che in tempi di crisi non esiteremmo a definire anche innovativa da un punto di vista imprenditoriale.

Nell’Italia benpensante e bigotta, che anni fa ha smantellato le case chiuse (presenti pressoché ovunque in Europa) per consegnare ad ogni mafia d’importazione il controllo della prostituzione stradale, perché non lanciare una guida per la gnocca internazionale?

Così ecco che i nostri amici blogger hanno creato il sito Gnoccatravels: sotto divertentissimi pseudonimi tratti dalla saga di Fantozzi, quali Calboni, Filini e compagnia, si sono messi a recensire città per città le principali mete turistiche creando una sorta di Lonely Planet… per soli uomini. La rete ne ha premiato la sagacia e il giusto piglio senza fronzoli. Nelle loro recensioni si può trovare una descrizione dettagliata del panorama femminile di ogni città, sia di stampo “free”, come nel gergo del sito viene definito, alludendo alla possibilità di approcciare donne comuni, che “pay”, riferito al mondo delle professioniste.

Nel primo caso troveremo suggerimenti e valutazioni per districarsi al meglio tra locali, bar, discoteche, approcciando di volta in volta le donne locali, con un occhio piacevolmente attento al costume e ricco d’ironia. Nel secondo avremo recensioni puntuali di prestazioni, tariffe e qualità dei locali rigorosamente legali, in tipico stile nord-europeo ed in barba ad ogni ipocrisia italiana, il tutto condito talvolta persino da un umorismo colto e ricercato.

La cosa forse più divertente di Gnoccatravels, non è tanto il contenuto delle guide, quanto più il tono scanzonato ma attento, fintamente superficiale, con cui questi blogger fanno in fondo la parodia di noi italiani. Ed è curioso, che per trovare il meglio di noi e sapere ridere dei nostri difetti dobbiamo spesso proprio andare all’estero. Secondo gli amici di Gnoccatravels, il motivo per andare all’estero invece dovrebbe sempre essere uno solo…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.