Votare il meglio, non il meno peggio

 Intendo parlare dei politici. Molti hanno gioito quando quell’insopportabile stronza della Clinton ha perso la corsa alla presidenza. Pochissimi si rendevano conto di quale enorme merda fosse il vincitore. Pian piano ci stanno arrivandoin molti.certo noi potevamo fare ben poco per la vittoria dell’uno o dell’altra, ma una cosa dovremmo cominciare a penderla in considerazione: votare contro molte volte porta alla rovina. Già perché se non si controlla chi é il vincitore del contro, si può andare nella brace. Se guardiamo chi abbiamo eletto  nel secondo dopoguerra, ci rendiamo conto che questa strada é figlia nostra. Contro il comunismo abbiamo voluto la DC, bene. O forse no, visto che non ci sono toccati solo cavalli di razza:Degasperi é stato fatto fuori in un amen, Fanfani all’incirca, Moro ci ha rimesso addirittura le penne, ma anche i peggiori ronzini: Rumor, Piccoli,Andreotti e giù sino a Forlani, che ci hanno regalatola Cassa del Mezzogiorno, i boiardi di Stato, la rovina dell’industria pubblica.  Crollato il muro, le ideologie, messi in galera tanti politici di casa nostra, tanto per essere moderni chi abbiamo eletto? Mister B che ci prometteva una cosa nuovissima, salvarci dal kumunismo. Anche perché era un grandissimo industriale e sapeva fare di conto. Per la verità sapeva “contare”sull’aiuto craxiano che gli ha permesso Milano 2 e poi la copertura nazionale delle sue televisioni . Alla fine non ha combinato una mazza, tranne che salvare Mediaset, ma ha, come i bambini, dato la colpa agli altri. Infine la slavina Monti , Bersani, Letta  ed infine il rottamatore,che le idee le avrà pure chiare, ma la prassi resta oscura a molti. In 25 anni abbiamo reso astronomico il debito pubblico, dimezzato le industrie italiane, massacrato le banche, che già di loro si erano date un gran daffare e portato la disoccupazione a livelli stratosferici. Quindi occhio che siamo sotto elezioni, cerchiamo per una volta  di votare pensando  al meglio  e possibilmente senza turarsi il naso.

Commenti

Commenti