Leghe e seghe

vignettaSega La Lega Nord, ricordiamocelo, è nata come copia della lega nata in Canton Ticino, Svizzera, guidata da un tal Bagnara, a cui Bossi si ispirò e per molti aspetti copiò, sposando il modello volgar popolare, rispetto a quello dialettico di Miglio.

Ora però la lega ticinese si scorda della sorellina e praticamente decide il referendum sul lavoro dei transfrontalieri in Svizzera. I francesi, ridacchiando, ricordano che il 60% dei lavoratori in Svizzera sono transfrontalieri. Ora aspettiamo che i ticinesi vadano a pulire i bagni sulle autostrade svizzere, al posto dei transfrontalieri. La vedo dura, ma magari ho torto.

E qui viene fuori tutta la misura degli urlatori territoriali. È sempre colpa degli altri. Ricordiamoci delle quote latte. Che poi la multa europea l’abbiamo pagata tutti (gli italiani), ma il latte e relativi guadagni, li hanno portati a casa i contadini padani. I quali poi, per protesta bloccarono autostrade e urlarono contro Roma ladrona. A Roma comandarono anche loro (con il Berlusca), le quote non cambiarono, le multe furono pagate alla muta, ma non scesero in campo contro il governo che pagava. Accà nisciuno è fesso, magari detto in bergamasco.

Ora Salvini la rimena contro l’euro e vuole tornare alla lira. Io, se vuole, gliene posso dare qualche migliaio, ma non lire normali, proprio lire padane, le comprai a Boretto all’inizio degli anni novanta, direttamente dalle mani del futuro Senatur. Se poi invece l’emerito onorevole, sì perché Salvini urla contro l’Europa, ma non ho visto rendere uno sporco euro dello splendido stipendio da parlamentare, of couse, europeo, l’onorevole dicevo, farebbe piacere se volesse farci vedere una paginetta di come vuol fare ad uscire  dall’euro e come vuol rilanciare i consumi interni, svalutando la moneta e quindi gli stipendi,  di contro pagando di più, in lire, le materie prime e l’energie.

Tutti buoni ad urlare, ma di conto tutti imparano in Albania.  E’ giusto, a Genova si dice: chi nu cianse nu tetta (chi non piange, non prende il latte) e a Napoli chi nun chiagne nun fotte (e qui la traduzione è libera).

Sono contento di essere rimasto alla rima nel titolo e non aver fatto riferimento al verde, perchè la rima sarebbe stata …

Commenti

Commenti

Lascia un commento