La Scuola ai tempi del CoronaVairus…

Il Grande bluff

La scuola (pubblica) ai tempi del Coronavirus

Mia figlia va ad un Liceo pubblico scelto tra quelli considerati “migliori”.
Naturalmente – come ormai nella maggioranza dei casi – ti va un po’ a culo:
se hai un professore bravo, preparato, con senso della responsabilità e che sa tenere la classe…allora tutto va liscio (fiuuuu!).
Se invece trovi un insegnante incapace, che se ne fotte etc allora tuo figlio non imparerà nulla in quella materia (perchè quel prof. non lo puoi cacciare nemmeno morto)
e dovrai compensare con lezioni private (con relativi costi) e/o con il tuo tempo/competenza (home schooling).
Risultato = invece che cercare di offrire ……………………
.
le stesse opportunità a tutti (il che rimane un mito ma passiamo oltre)
in questo modo la scuola pubblica approfondisce le differenze sociali, culturali, di censo inceppando l’ascensore sociale.

Ai tempi del Coronavirus queste inefficienze si approfondiscono:
mia figlia – che è a casa da ben 21gg – ha UN SOLO PROFESSORE SERIO che si è organizzato per fare bellissime lezioni con Google Meet = tutta la classe partecipa in videoconferenza e poi vengono anche interrogati.
Altri 3 mandano un po’ svogliatamente i compiti via internet e poi li rimandano corretti.
Altri 3 sono SPARITI: non fanno nulla, non rispondono alle email degli studenti che li contattano, non mandano compiti, non fanno video lezioni … NULLA.
Uno poi ha ricevuto 21gg fa una serie di ricerche di gruppo e non le ha nemmeno ancora mandate corrette oltre ad essere SVANITO.

Ebbene questi professori
1. Rubano lo stipendio e dunque sono LADRI con l’aggravante di rubare soldi pubblici pagati da tutti noi

2. danno un pessimo esempio  ai ragazzi che se t’imboschi e non fai un nulla per tutti quei giorni, come fai poi a cazziare uno studente che non fa i compiti? Lui ti risponde: ma Prooof. se ti sei imboscato tu…lo faccio anche io nooo! (tanto poi non bocciano quasi più nessuno per evitare grane e fastidi…e dunque gli studenti sanno che possono tirare la corda quanto gli pare…)

3. Io oltre che pagarli, ho affidato ai Prof. la formazione culturale di mia figlia e dunque questi Prof. imboscati NON HANNO ALCUN SENSO DELLA RESPONSABILITÀ e dell’importante missione di cui sono stati investiti = nella più parte dei casi hanno solo cercato un posto fisso dove piazzarsi per ottenere una rendita statale
4. Prof. così  s’imboscano ancora più VIGLIACCAMENTE sapendo bene che non possono essere licenziati anche se non fanno nulla.
5. Gli altri Prof. bravi (che ne sono ehhh!) ed anche i Presidi o non possono fare quasi nulla contro questi irresponsabili di colleghi oppure si coprono l’un l’altro per evitare grane e portarsi a casa lo stipendio pubblico nel modo più liscio possibile.

IL GRANDE BLUFF

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.