Ipercretini al governo

 Ce ne sono di molti tipi, di molte forme e di molte grandezze. Il più grosso che possiamo fisicamente toccare é il mondo. E poi si suddividono per tipologia di contenuto. A me interessa quanti ipercretini può contenere il mondo. Temo uno. Dico temo perché tutte le volte che nella storia ce ne sono stati di più ne sono conseguite guerre sempre più spaventose. Ora di cretini se ne profilano all’orizzonte due: Kim Jong-un e Trump. Spero che siano solo super e non iper . Per ora, fortunatamente, sparano slogan per la stessa ragione, convincere i rispettivi popoli che loro gli attributi li hanno e quindi sono adatti al ruolo che ricoprono. Cosa pensi il popolo coreano é non é dato sapere (anche perché se mandiamo Razzi che non sa fare un O con il bicchiere, vuol dire che a noi poi poco importa). Cosa pensa il popolo americano lo si intravvede: quelli che hanno bisogno di prolungamenti penici amano Bioccolone e le sue sparate (che speriamo restino verbali), gli altri tramacciano per bloccarlo, visto che oltre ai vantaggi economici strettamente riservati alla famiglia e agli amici, rischia di incasinare quel poco di positivo, che si é fatto nel secondo dopoguerra. E hanno ragione di temere, George W. per far vedere che era all’altezza del padre ci ha regalato Afganistan e Isis, Clinton per un sigaro impropriamente umettato ci ha alienato tutta l’Africa. E si potrebbe andare avanti. Per distrarre gli elettori americani dalle loro tristezze, i presidenti amano dar voce ai loro aerei, alle loro bombe, alla morte insomma. Naturalmente in un mondo normale Kim Jong-un sarebbe internato in qualche istituto di cure mentali, ma anche Trump, in un mondo normale, continuerebbe a cercare di fottere investitori e banche, per essere poi fottuto da mogli ancor più sveglie che appariscenti. E immagino come debba sentirsi la signora Melania Knauss in Trump per essere rimasta imprigionata nel ruolo di first lady e non di divorziata d’oro. Bene, o forse male, per ora la risposta a quanti ipercretini può contenere il mondo non ce l’ho.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.