Il gioco delle tre carte (e indovinate chi vince)

I politici nazionali sono abbondantemente sputtanati. Che fare? (da parte loro). beppe grillo

Semplice: santificare i politici locali (regionali, provinciali e comunali). 

È tutto un peana nel raccontare come sono bravi, nonostante le nuove competenze e le nuove spese non più coperte dal governo centrale. Però…

Però in tutti i Comuni e analoghi in cui ho messo becco, direttamente o tramite amici, le retribuzioni, le strutture, i privilegi sono rimasti immutati.

E allora? Allora i vecchi partiti cambieranno pelle,importando dalla periferia e mandando in periferia i brontosauri sputtanati.

Alcuni movimenti si sono già visti. Nella città dei grissini, un politico locale raffinato (dicono loro) ha fatto posto al Grissino nazionale, che, tra tentennamenti e telefonate improvvide, si era abbondantemente sputtanato. Ora è un politico locale ,ma non so se ha abbandonato lo stipendio parlamentare, e quindi se lavora, si fa per dire, per uno e incassa per due. Il predecessore non è ancora andato sulla ribalta nazionale, ma si è “incagliato” nel consiglio di amministrazione di una banca o di una Fondazione, che intanto, tastando il polso, potrebbe fare test per il futuro di altri.

Ma questo non è un caso isolato.

Tutti si sono attrezzati in questo modo. La follia: mentre scrivo, stanno parlando del trasporto pubblico cittadino, costo ormai insostenibile.

Come se fosse una cosa che nasce da sola.

No, nasce da una politica urbanistica pregressa. Se si progettano le città con l’occhio solo alla lottizzazioni bipartisan, è facile che le città poi impongano costi di trasporto urbano micidiali.

Se non si fanno piani di sviluppo ma piani di rapina del territorio, è facile che poi arrivino i conti, perché, presto o tardi, l’oste arriva.

A casa devono andare, almeno tanti.

Perché i politici locali sono politici degli stessi partiti che a Roma hanno fatto in grande quello che nel piccolo hanno dovuto “ri-dimensionare”. Ladrate e grassazioni sono cose di cui tutti i giornali locali sono pieni e allora… a casa!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.