Delrio pontificante

GES-SI~1 Ciò che piace del ministro Delrio, è la sua calma. Da Ballarò, a Servizio Pubblico di Santoro, nella canea parolaia, non si scompone. Sgarbi accusa il governo di non aver fatto nulla, il nostro non sussulta nemmeno, dice di aver abolito le Province e non è vero, il disegno di legge ha solo abolito gli organi elettivi, non le ha accorpate e ha moltiplicato le Città metropolitane. Un gran pasticcio che esploderà quando il nostro sarà passato ad altri e più prestigiosi incarichi: Giustizia, Interni, o Attività produttive, con quale competenza non si sa, del resto è ignota anche quella di Renzi, il suo sponsor, perché va bene la meritocrazia, ma una spinta aiuta sempre. D’altronde come non credere al volto emaciato di chi vive il potere come calvario, al punto da avere la barba bianca, all’espressione sofferta, alla voce pontificante? La colpa è degli evasori, evadere è un peccato, se cade il governo,” io ho un lavoro”, “come medico vi dico che serve la cura”, del resto “ attenzione, io lo avevo già detto”. Viene da commuoversi, da urlare: maledetti evasori, poi uno pensa che in Emilia, terra del ministro, le attività commerciali degli italiani chiudono e quelle dei cinesi si allargano e mentre i primi vengono controllati, nessuno si chiede da dove giungano i soldi dei secondi. Poi brucia una fabbrica a Prato, muoiono dei lavoratori, chiusi come bestie, senza permesso di soggiorno,  senza diritti e tutti sanno che anche l’Emilia è piena di laboratori clandestini, ma il ministro tace e con lui tutta la sinistra politica, sindacale e intellettuale.  Forse in quei laboratori c’è anche evasione! Certo, il ministro è medico, ma per la cura aspettiamo ancora la ricetta, quella fino ad ora somministrata, cioè più tasse, sta uccidendo l’ammalato. Infine Delrio ha un lavoro da ricercatore, ma sono ormai quattordici anni che invece dei topi studia il potere e dubitiamo che a quel lavoro voglia tornare, del resto i cattolici come lui, che servono il popolo, non vanno mai in pensione, sono come i maggiordomi inglesi, mummificano al proprio posto. Basta guardare i suoi profeti: Prodi, Bazoli, sono sempre lì a comandare, a consigliare, ad incassare, certo con sofferenza, ovviamente per servizio. Siamo certi che moriranno in servizio, sicuri di detenere la verità e se compiono errori, non si può dire, in compenso ci tocca ascoltare i loro sermoni, le loro ipocrisie e ringraziare per le loro opere. Anche se per noi chi sperpera denaro pubblico, chi ruba lo stipendio e chi trucca gli appalti o distorce il mercato, è un profittatore esattamente come chi evade e il ministro sa bene che la cifra di costoro non è inferiore a quella dell’evasione, ma guarda in alto e finge di non vedere.

1 comment for “Delrio pontificante

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.