Commento mercati valutari

 La ripresa del US$ fatica a prendere vigore, con l’attenzione dei mercati.
L’andamento del petrolio rimane l’altro tema importante per i mercati valutari anche nell’ultima settimana. Il test dei minimi da novembre per il greggio ha pesato ancora sulle divise dei Paesi esportatori di petrolio, in particolare sul rublo, che era stata poco sensibile nelle prime fasi di discesa del prezzo della materia prima ma sembra essere molto reattiva nelle fasi di rialzo. Sotto pressione il real brasiliano, che contro US$ sta tornando ai minimi dallo shock di maggio, sulle notizie di nuove indagini nei confronti del Presidente Temer. Rimbalzo per la sterlina, sull’aspettativa, poi confermata, di formazione del nuovo Governo, il flusso di notizie sulla Brexit, che sembra confermare che una linea più morbida del Governo britannico è possibile, e la retorica confusa della Bank of England che riporta in auge la probabilità di un rialzo dei tassi nel 2018.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.