Commento mercati obbligazionari

 Si rafforza sui mercati finanziari la percezione di un riorientamentolinea di politica monetaria relativa nei Paesi  Sviluppati in senso meno  della accomodante. In questo contesto la BCE appare risoluta a porre le basi per l’avvio del processo di normalizzazione graduale della politica monetaria nell’Eurozona, preparando i mercati con ampio anticipo sull’esempio della Fed. La retorica della BCE è compatibile con l’annuncio della riduzione del programma di riacquisto titoli in settembre ed il suo inizio nel 2018, con primo rialzo dei tassi intorno alla fine del 2018, a tapering concluso. Il mercato del reddito fisso ha ri-prezzato aggressivamente al rialzo il percorso futuro dei tassi, ed i rendimenti dei Governativi sono sensibilmente aumentati sulle scadenze decennali, con significativo irripidimento delle curve. Con l’Europa all’epicentro del cambio di linea di policy, il rendimento del decennale tedesco ha guidato il movimento toccando quota 0,57% di rendimento per poi attestarsi all’attuale 0,55%. BTP decennale italiano al 2,30% di rendimento con spread vs Bund a 176 bp.  Il recente shock sul reddito fisso governativo si è ripercosso anche sul credito corporate ed il contributo negativo della duration ha determinato la  sottoperformance del segmento IG rispetto a quello HY che a parità di scadenza ha una duration più corta. L’impatto a livello di spread è stato molto più contenuto e limitato in gran parte all’esposizione su certi segmenti, come il retail e quello petrolifero, che hanno permesso al credito corporate high yield europeo di sovraperformare quello americano, più direttamente colpito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.