Cialtroni

totoSono pochi i paesi indipendenti energeticamente.

Sono pochi quelli che fanno cose indecenti per compiacere i potenti.

Si contano sulla punta delle dita quelli che fanno cose così indecenti da far arrossire le oneste professioniste.È unico invece quel paese che queste cose le fa fare alla sua meglio gioventù politica.Quella che dovrebbe-potrebbe guidarlo per i prossimi vent’anni.

Eppure, per l’onor del Cavaliere, non di cavaliere, fanno una porcata che nessuno sinora aveva mai fatto.

Sì, va beh, avevamo già venduto Abu Omar, ma mai si era pensato di vendere bambini di sei, dico SEI anni ad un dittatore che ora tenterà di ricattarne il padre.

E il tutto con un efficientismo mai visto dalle nostre parti. E non solo ci si sono messi i giovanotti Letta, Alfano, ma anche la semper giovanotta Bonino, gran paladina di tutti, anzi di se stessa. E i vecchi, ma non il cavaliere, a dire che tutto è stato fatto correttamente, tutti a porgere le terga per proteggere quelle preziose dei tre angioletti.

Grasso si adonta per delle giacche inusuali, non per i miliardi degli F35 che ormai nessuno vuole.

Mancano 400, sì quattrocento, miliardi per dare una speranza all’Italia e scommettiamo che questi peracottari a settembre li troveranno.

Ma non sarà il Cavaliere a mettere le mani nelle tasche degli italiani. No, un governo di larghe intese e larghissime vedute, quando si tratta di fare gli interessi degli altri.

E quando ci avranno spremuto, fatti incazzare e straziati, arriverà, acclamato, il cavaliere azzurro che riprenderà le briglie. Tutto pulito, programmato, deciso a tavolino da signori che devono difendere aziende decotte e barche improprie.

E per il terrore che non vada così, devono anche affondare quell’accozzaglia di correnti , che sui giornali chiamano PD. Quindi devono schifarne gli elettori, che non gli venga in mente di convergere su Grillo e rivoltare la frittata. Per ora va tutto secondo i piani : la gente è disperata, sul piano internazionale siamo screditati, la mazzata la beccheranno i soliti e i miliardi, tanti, inguattati, là resteranno, con buona pace dell’Europa che sicuramente non dà una mano, anche perché ognuno si deve grattare la propria rogna e poi mors tua, vita mea, funziona sempre.

E noi qui con tutti ‘sti mangiapane a tradimento da 100.000 euro in su a cavillare e fare distinguo, e allora vedete che i cialtroni (o le merde, a seconda dei linguaggi personali) non sono poi quattro e neppure quarantaquattro, come nella canzoncina.

Non vorrei comunque dire chi li guida, e negli occhi ho un film con Totò, no, cari non è il cavaliere, lui ora si riposa, altro è chi si è posto alla testa del corteo.

E poi chissà perché mi è venuto in mente Totò. Mah !

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.