Balle

untitled Ora va di moda sbugiardare. Da noi. abbiamo scoperto che c’è gente che racconta balle. E si fanno lunghi elenchi. Strano, la stessa gente per decenni ha creduto e giurato su altre balle osannando chi le raccontava. Andiamo a ritroso per aiutare i giovani. Oggi il contaballe è Renzi, lo stesso che ieri sbugiardava Bersani, che a sua volta era stato preceduto da Monti, prima ancora da Berlusconi III e prima ancora Prodi II, preceduto da Berlusconi II, D’Alema, Prodi I, Dini, Berlusconi I. Questo per la storia novissima. Le accuse di “ballismo” sono il leit motiv non solo delle campagne elettorali, ma soprattutto, disgraziatamente per noi, dei relativi programmi di governo. Intesi come leggi approvate. Noi puntualmente abbiamo sconfessato il precedente e creduto alle favole novelle. Puntualmente fottuti dal nuovo che avanza. E questo nuovo lo abbiamo sostenuto in piazza, con bandiere, concerti, pullman a decine. E treni speciali e ore di ascolto di programmi, interviste, talk show, proclami a reti unificate o distaccate. Ci siamo battuti contro i vicini di ombrellone, abbiamo rotto amicizie decennali. Abbiamo plaudito a leggi farlocche buone solo ad essere insultate da chi le aveva presentate ( il Porcellum alla voce Calderoli). Ma avanti il prossimo: abbiamo sventolato tricolori, uniti o distaccati (il verde della lega, il bianco democristiano, il rosso comunista): abbiamo mescolato anche i partiti storici che sono diventati (come in un cocktail) gli ingredienti di nuovi partiti. Per cui in FI (centrodestra) c’è pieno di socialisti (una volta erano di sinistra) e nel PD troviamo scampoli della vecchia DC e nemmeno solo della parte sinistra. Poi ci sono gli apparentamenti, con il centrodestra ci sono i fasci di Fratelli d’Italia e con il centrosinistra i transfughi di FI.

Ecco questo è la nostra storia-cronaca. Ora per favore fermatevi e chiedetevi cosa hanno fatto questi per voi e cosa per loro. Si chiama partita doppia, dare ed avere, è l’unica cosa che conta. Se il risultato è positivo continuate come prima sennò fermatevi a pensare, ma CON LA VOSTRA TESTA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.