Arriva il vaccino: le azioni su cui andare corti per JP Morgan

Di Mauro Speranza

Investing.com – I risultati ottenuti da Pfizer (NYSE:PFE) con il suo prototipo di vaccino contro il Covid-19 lasciano intravedere la luce alla fine del tunnel di questa crisi, ma sono anche il primo chiaro segnale per l’inizio della rotazione nei portafogli di investimento. In JP Morgan (NYSE:JPM) lo sanno bene e avvertono che molti dei protagonisti del rally arrivato durante la pandemia potrebbero subire “crash”, soprattutto non appena il vaccino sarà finalmente approvato.

Se durante l’epidemia di Covid 19 i portafogli ‘Stay Home’ hanno visto ingenti crescite, gli ultimi progressi medici annunciati questa settimana cominciano a segnalare un cambiamento di tendenza. Senza lasciarsi trascinare dall’euforia o dal panico, le grandi società d’investimento raccomandano già oggi ai loro clienti di adattare i loro investimenti a questa nuova realtà.

La gara per il vaccino

Nell’elenco dettagliato dei titoli in cui il gigante globale degli investimenti invita a contemplare la costituzione di posizioni corte, si collocano valori chiave della vita quotidiana degli ultimi mesi che potrebbero presto perdere questo onore. Tra questi c’è la società di biofarmaceutica Moderna Inc (NASDAQ:MRNA), che rischia di arrivare tardi sul mercato con il suo vaccino contro la Covid-19 nonostante i numerosi contratti di vendita anticipata che ha firmato.

Attualmente il 6,9% del capitale sociale di Moderna è presenta posizioni short. Eppure, non è il valore più assediato nel settore farmaceutico tra quelli indicati da JP Morgan, ma secondo gli esperti della banca, questa posizione è occupata da Novavax Inc (NASDAQ:NVAX), perché mentre è ancora in corsa per l’atteso vaccino, ‘soffre’ di posizioni short per il 12,1% delle sue azioni, secondo l’ultimo conteggio disponibile nei registri di mercato del Nasdaq.

Settore tecnologico

I dirigenti della banca americana non dimenticano di mettere in guardia contro il possibile crollo del prezzo delle azioni di Zoom Video Communications Inc (NASDAQ:ZM), la rivelazione del telelavoro che quest’anno ha guadagnato il 470%. La tentazione di realizzare profitti può essere più che alta per molti degli azionisti di una società che ha già il 4% del capitale in short.

Come ci si aspettava, con un Nasdaq che ha battuto tutti i suoi record storici, la società di videoconferenza non è l’unica del settore ad essere presente nella lista: sono presenti anche Logitech International SA (NASDAQ:LOGI), Bandwidth Inc (NASDAQ:BAND), i rivenditori online Wayfair Inc (NYSE:W), Stampscom Inc (NASDAQ:STMP) e Overstockcom Inc (NASDAQ:OSTK).

Anche la piattaforma pubblicitaria professionale per i privati Fiverr International Ltd (NYSE:FVRR), che nell’anno è cresciuta del 490% sul mercato azionario, secondo il gigante americano è in lista da tenere d’occhio.

L’eventuale minore richiesta di servizi e di archiviazione dati nel cloud potrebbe danneggiare Equinix Inc (NASDAQ:EQIX), che attualmente vede in short solo l’1,1% del suo capitale sociale, e la società immobiliare specializzata in data center, Digital Realty Trust Inc (NYSE:DLR).

Anche se gli esperti ritengono che alcuni cambiamenti tecnologici sono ‘here to stay’ (qui per rimanere), il ritorno alla vecchia normalità – sempre con le sue peculiarità – potrebbe rallentare i cambiamenti arrivati negli ultimi mesi.

Nuova (vecchia) routine

Il ritorno a una certa normalità nei consumi, che separa gli acquisti tradizionali dai canali digitali verso i quali erano stati dirottati durante la pandemia, rappresenta anche una minaccia per la capacità di una buona manciata di titoli di tenere il passo con il proprio bilancio e la propria base commerciale. Il ritorno ai negozi fisici, la prevista minore richiesta di cibo a casa e il ritorno alle palestre dopo il boom dell’esercizio fisico all’aperto e a casa sono il filo conduttore di questo gruppo.

Questo gruppo comprende aziende diverse come i supermercati specializzati Costco Wholesale Corp (NASDAQ:COST), Big Lots Inc (NYSE:BIG) e Central Garden & Pet Company (NASDAQ:CENT), la catena di ristoranti Chipotle Mexican Grill Inc (NYSE:CMG), il birraio Boston Beer Company Inc (NYSE:SAM) e le società sportive Peloton (NASDAQ:PTON), YETI Holdings Inc (NYSE:YETI), American Well Corp (NYSE:AMWL) e Vista Outdoor Inc (NYSE:VSTO).

Anche il gigante della cucina casalinga Grubhub Inc (NYSE:GRUB), von un incremento del 45% del valore accumulato finora quest’anno del coronavirus, è attualmente il più assediato dagli ‘shortisti’, con il 18,2% del suo capitale preso dalle posizioni corte.

Scuole e pulizie

Il ritorno degli studenti in classe rappresenta una minaccia anche per le aziende che si occupano di educazione digitale. Mentre la maggior parte dei paesi ha riaperto scuole e università, il ritorno alla lavagna potrebbe avere un impatto su aziende come Chegg Inc (NYSE:CHGG) e K12 Inc (NYSE:LRN), dicono gli esperti bancari americani ai loro clienti.

Un altro effetto collaterale della pandemia che è diventata routine è una maggiore enfasi sulla pulizia, sia nelle case che nelle aziende e nei luoghi di incontro. Il ritorno alla ‘normalità’ potrebbe avere un impatto sulla domanda di prodotti ormai indispensabili come candeggina e disinfettanti. Questo, a sua volta, potrebbe penalizzare aziende come Clorox Co (NYSE:CLX) e Scotts Miracle-Gro Company (NYSE:SMG).

Da Investing com

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.