Alfano, Letta e le stelle del Kazakistan

FirmamentoVoglio che ognuno di voi stasera, tornando a casa, si fermi, guardi verso l’alto, contempli le immensità celesti e rifletta su quanto è veramente insignificante questa vicenda”.

Il vicepremier e Ministro degli Interni Angelino Alfano, relazionando alla Camera dei Deputati, deve avere detto più o meno una cosa del genere, per difendere il suo operato nella triste vicenda del bliz della polizia italiana con impacchettamento e consegna della donna e della figlioletta di 6 anni nella mani delle autorità kazache.

La gravità della cosa sono i diritti civile delle due donne, bistrattati dallo Stato italiano, con il rischio di pesanti conseguenze nel loro Paese.

Pare che sia stata fornita una potente arma di pressione al Dittatore-Presidente contro il marito dell’espulsa, capo dell’opposizione kazaca ed esiliato a Londra, e che la vicenda sia parte di una spy story dove c’è qualcuno che ha fatto affari e qualcun’altro che sa qualcosa di imbarazzante.

Però, invece di Dan Brown, noi siamo più sul modello “Franco e Ciccio contro Godginger”. La polizia non era di fronte ad un presunto terrorista, ma ad una donna con la figlioletta, colpevoli di essere la famiglia dell’ex socio in affari dell’attuale Presidente kazaco.

La narrazione tragicomica continua con l’affaire Calderoli. Complice anche la penuria estiva di informazioni e l’esigenza di diversificare, Calderoli è assunto alla ribalta della cronaca per la sua infelice battuta al Ministro Kyenge.

C’è un Ministro dell’Interno che non sapeva nulla, un dibattito in chiave moderna sulle teorie di Darwin tutte le sere  alla Tivù, e una Ministra degli Esteri che era considerata una paladina dei diritti civili. Il Presidente Letta, nel mentre, va a Londra a spiegare la situazione economica italiana agli inglesi a pochi giorni dalla pubblicazione sul Financial Times della foto di Berlusconi e Nazarbayev (Presidente kazaco) insieme, a corredo del servizio giornalistico.

Cosa deve aver detto il Premier a chi gli chiedeva della vicenda?

Voglio che ognuno di voi stasera, tornando a casa, si fermi, guardi verso l’alto, contempli le immensità celesti………..”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.