Alessandra, più bella che intelligente

 La bella Alessandra Moretti l’altra sera da Floris ha ingaggiato uno scontro all’O.K. Corral con Travaglio del Fatto Quotidiano, sostenendo che il suo giornale sguazzava nel fango e riportava fake news, al che il direttore le ha ricordato di stare ancora attendendo il topo assassino di Roma, che secondo la deputata europea, con un morso avrebbe fatto morire un bambino. A proposito di fake news, appunto, ma Alessandra non si è scomposta neppure un capello, applaudendo al suo interlocutore, affermando che se lo sarebbe aspettato, ma che in sostanza erano cose diverse rispetto a ciò che ci propinava il Fatto. Ora, non è che Marco Travaglio sprizzi simpatia da tutti i pori, ma ritengo sia un giornalista molto preparato, documentato, chiaro e che il giornale che egli dirige, porti avanti inchieste scomode e coraggiose, soprattutto per ciò che riguarda politici colpiti da inchieste giudiziarie. Presuntuosi ci appaiono entrambi, per come si pongono di fronte all’interlocutore e nel modo in cui sostengono le loro opinioni, ma , sono spiacente, non solidarizzo con la collega di genere, ripetitiva nel suo eloquio da scolara saccente che ha studiato bene la lezione impartitale dal partito. Quindi , per citare Sgarbi, a proposito della Bindi, la quale a me però è sempre parsa più intelligente che bella, nel caso della Moretti, sono decisamente convinta di gran lunga del contrario!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.