Utility europee con i più elevati dividendi, secondo RBC

1) Enel. Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente all’8,2% e all’8,8%. Il rating è positivo (outperform). Il target price è 9,75 euro, che implica un potenziale di rialzo del 100%.

2) Italgas. Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente al 5,6% e al 6,1%. Il rating è neutrale (sectorperform). Il target price è 6,30 euro, che implica un potenziale di rialzo del 14,5%.

3) Red Electrica. rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente al 7,6% e all’8,2%. Il rating è positivo (outperform). Il target price è 20,50 euro, che implica un potenziale di rialzo del 6,6%.

4) Iberdrola. Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente al 4,3% e al 4,5%. Il rating è positivo (outperform). Il target price è 12,75 euro, che implica un potenziale di rialzo del 20%.

5) EDP. Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente al 4% e al 4,6%. Il rating è positivo (outperform). Il target price è 5,40 euro, che implica un potenziale di rialzo del 9%.

6) E.On.  Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente al 6,1% e al 6,4%. Il rating è neutrale (sectorperform). Il target price è 12 euro, che implica un potenziale di ribasso del 35%.

7) RWE. Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari al 2,2% in entrambi gli esercizi. Il rating è positivo (outperform). Il target price è 50 euro, che implica un potenziale di rialzo del 24,5%.

8) Terna. Il rendimento della cedola 2022 e 2023 è pari rispettivamente al 4,1% e al 4,5%. Il rating è negativo (underperform). Il target price è 6,8 euro, che implica un potenziale di ribasso del 10%.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.