Tre titoli da comprare

o.284971 L’alta volatilità dei listini europei,  ha messo sotto stress le valutazioni, ma non ha incrinato la fiducia degli investitori sulla ripresa economica. Ecco, secondo gli analisti di Société Générale i titoli che meritano il rating buy.

Da comprare:

1) AstraZeneca. Alla holding farmaceutica, guidata da Pascal Soriot, è stato assegnato il target price di 6.600 pence, che implica un potenziale di rialzo del 37,5% a cui si aggiunge un dividend yield 2015 del 4%. Gli analisti sottolineano tre punti di forza: la probabile revisione al rialzo delle stime di mercato sulla crescita dei ricavi, i bassi multipli borsistici e le elevate chance di battere le proiezioni 2020 su fatturato e reddito operativo netto. Il titolo, che capitalizza 59 miliardi di sterline, tratta 16 volte l’utile 2015 e 15 volte quello del 2016. Negli ultimi 12 mesi il total return (performance+rendimento)  è del 32,3%.

2) Sanofi . Giudizio positivo sul colosso farmaceutico da 127 miliardi di capitalizzazione, che  sta riconquistando la fiducia degli investitori. La diversificazione del portafoglio è un aspetto centrale della crescita futura, con i farmaci in fase di lancio (per esempio Praluent, ricavi stimati per 2,6 miliardi nel 2020 contro 1,6 del consensus) che compenseranno la pressione negli Stati Uniti sul Lantus. Un driver a breve del titolo, che merita un prezzo obiettivo di 120 euro, del 25% superiore alle quotazioni recenti, può essere l’approvazione negli Usa a luglio del Praluent, mentre il rendimento della cedola quest’anno e nel prossimo è intorno al 3%. Guardando ai multipli borsistici, il p/e  scende da 18 del 2015 a 17 del 2016. Negli ultimi 12 mesi ha realizzato un total return del 32%.

3)Roche. Ci sono quattro buoni motivi, secondo gli analisti, per puntare sul gruppo elvetico (da 280 miliardi di franchi di capitalizzazione), che vanno dalla probabile sorpresa al rialzo degli utili, all’aggressivo programma di lancio di nuovi farmaci nel 2015 e 2016, al basso spread fra le valutazioni rialziste e quelle ribassiste e alla capacità del management di incrementare al ritmo del 5% il dividendo fino al 2025. Il target price è 330 franchi contro una quotazione attuale di 266 (+24%). Il dividend yield è intorno al 3% quest’anno e nel prossimo. Il titolo viene scambiato 18 volte l’utile 2015 e 17 quello del 2016. Il total return a 12 mesi è 8%.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.