Titoli che rendono più del 3,5%

eurolandia In Eurolandia i rendimenti dei titoli di stato sono destinati a restare bassi per molto tempo. Sul mercato azionario ci sono però titoli che offrono yield sicuri e sostenibili nel tempo. Ecco le azioni, selezionate dagli analisti di  Société Générale , che rendono fino al 4,8%

1)Axa . La compagnia assicurativa francese guidata da Henri de Castries riuscirà a realizzare gli obiettivi ambiziosi che ha fissato per il 2015. I punti di forza sono le valutazioni attraenti (p/e 2015 di 9,4, p/b inferiore all’unità) e le buone prospettive, grazie all’innovazione nel business, al controllo dei costi e alla crescente esposizione verso i mercati emergenti, con il 13% dei ricavi in Asia. I timori degli investitori sull’impatto negativo dei bassi tassi di interesse sono invece eccessivi. Il prezzo obiettivo del titolo, che capitalizza 54 miliardi di euro, è 29 euro, mentre il dividend yield 2015 è 4,8%.

2) Arcelor Mittal. Il gruppo nato nel 2006 dal takeover del colosso indiano dell’acciaio Mittal sul competitor francese Arcelor su presenta un rapporto rischio/rendimento molto interessante. Deriva il 46% del fatturato dall’Europa, il 26% dal Nord America, l’8% dal Brasile, l’1% dal Sud Africa e la quota restante da altri Paesi. La ripresa in Europa dovrebbe rafforzarsi mentre le scorte sono sotto controllo, gli ordinativi del secondo trimestre sono elevati e la domanda proveniente dai settori beni di consumo/auto è positiva. L’obiettivo reddituale (ebitda) che ha fissato per questo esercizio sembra realistico. Il target price del titolo, che capitalizza 16 miliardi di euro, è 13 euro, mentre il rendimento della cedola 2015 è 4,6%.

3) Crédit Agricole. La banca francese (34 miliardi di capitalizzazione)  è la preferita per diverse ragioni, fra le quali il valore di libro costante, il profilo di crescita superiore alla media e l’esposizione alla ripresa dei mercati del credito dell’Eurozona. La redditività dovrebbe essere incentivata dai flussi dei clienti in uscita dai depositi a tassi zero e diretti verso i prodotti di asset management e le polizze vita. Il prezzo obiettivo del titolo, che tratta 10 volte l’utile 2015 e 0,7 volte il valore di libro, è 15,4 euro. Il dividend yield 2015 è 4,6%.

4) Aviva. Target price di 700 pence e rendimento della cedola del 4,5% per la società finanziaria Uk (28 miliardi di euro di capitalizzazione) che ha una generosa politica dei dividendi. La ristrutturazione ha portato molti vantaggi, mentre la generazione di cash resta forte. Il giro d’affari 2015 è realizzato per il 60% nel Regno Unito, il 28% in Europa, il 5% in Canada, il 4% in Asia e il 3% in altri Paesi. Il titolo viene scambiato 13,5 volte l’utile e 1,4 volte il valore di libro.

5)Enel . La blue chip dell’elettricità  (40 miliardi di capitalizzazione) merita un target price di 4,80 euro, mentre il dividend yield del 3,8% è uno dei migliori del settore. L’annunciata ristrutturazione nei mercati dell’America Latina va nella giusta direzione. La nuova struttura corporate, le variazioni del mix del capitale e ulteriori tagli dei costi aprono la strada a una crescita di alta qualità e sostenibile. I ricavi 2015 sono realizzati per il 62% in Italia e il restante 38% in altri Paesi. Il p/e è 13,8, mentre il p/bv è 1,2. .

6) Intesa sanpaolo . E il migliore modo per scommettere sulla ripresa italiana. Al gruppo  (50 miliardi di capitalizzazione) è stato dato un prezzo obiettivo di 3,65 euro, mentre il rendimento della cedola è 3,7%. Si distingue per la solidità del capitale e la qualità dell’attivo. La banca sta modificando il business model per migliorare la redditività, con la crescita degli utili che sarà trainata dalle commissioni nette, dall’aumento degli impieghi e dei profitti da trading. Il titolo ha un p/e 2015 di 16,8, mentre il p/bv è 1,1.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.