Spagna. E’ finita la fiesta

saupload spain 1 200x300Le obbligazioni spagnole a 10 anni sono cresciute sulla speculazione del bailout sovrano che farebbe scattare gli acquisti della BCE.

Sabato il ministro dell’economia spagnola ha detto che la Banca Centrale Europea deve adottare misure energiche ed illimitate per comperare debito sovrano aiutando così la Spagna a ridurre i suoi costi di rifinanziamento.

“Non ci può essere alcun limite impostato e (la BCE) non può dire quanto useranno o per quanto tempo,” se si acquista titoli sui mercati secondari, ha detto Luis de Guindos.

Il governo spagnolo, prima di prendere una decisione sulla richiesta di ulteriori aiuti europei studierà i dettagli del programma di acquisto del debito della BCE, che saranno probabilmente definiti prima della riunione dell’Eurogruppo di metà settembre. La Spagna è al centro della crisi del debito dell’eurozona per le preoccupazioni di un salvataggio completo, dopo i 100 miliardi di euro già richiesti per le sue banche in difficoltà. Il primo ministro Mariano Rajoy ha detto che il suo governo studierà eventuali misure della BCE e le condizioni collegate a tutti i bailout dell’UE prima di decidere se chiedere o meno l’aiuto.

Il 2 agosto, il presidente della Bce Mario Draghi ha detto che la BCE può acquistare altri titoli di Stato, ma solo dopo la richiesta di aiuto ufficiale e dietro l’accettazione di condizioni rigorose. Rajoy aveva detto, il giorno dopo, che avrebbe preso in considerazione far scattare (triggering) il meccanismo se fosse nel “migliore interesse degli spagnoli”, e ha ripetuto le stesse osservazioni il 14 agosto.

Guindos ha detto: “Credo che la Spagna abbia già presentato il suo programma di aggiustamento di bilancio e le sue riforme strutturali, che sono state accettate come sufficiente ed adeguate”. Rajoy ha introdotto misure di austerità pari al 10 per cento del PIL per ridurre il deficit sotto il 3 per cento del debito/PIL entro il 2014, e ha fatto le riforme del sistema finanziario e del mercato del lavoro. Il rendimento del Bonos a 10 anni è sceso al livello più basso dai primi di luglio dopo che la cancelliera tedesca Angela Merkel ha espresso il proprio sostegno alla strategia della BCE, rafforzando le aspettative sugli interventi della BCE. E, nonostante l’intensificarsi della crisi del debito della zona euro, siamo alla 22esima settimana senza acquisti di bond da parte della BCE.

Il deficit pubblico della Spagna è balzato nel 2011 del 8,9 per cento del prodotto interno lordo a causa della spesa per le sue 17 regioni politicamente autonome. Il governo della regione mediterranea della Murcia ha chiesto venerdì gli aiuti a Madrid, sostenendo che potrebbe essere necessario fino a 700 milioni di euro per il 2012. La Murcia segue Valencia, che alla fine di luglio ha chiesto aiuto al fondo.

La Murcia presto chiederà circa 85 milioni di euro di aiuti per coprire i rimborsi del debito in scadenza ad ottobre e 225 milioni di euro per finanziare il suo deficit del primo semestre anche se potrebbe presentare un’ulteriore richiesta di 400 milioni prima della fine dell’anno al Fondo di liquidità delle autonomie (Fla).

L’aiuto viene fornito con condizioni rigorose, stabilite da Madrid, per centrare i taget di bilancio, riducendo la spesa e aumentando le tasse. Per quanto riguarda la richiesta al Fla, l’assessore all’economia della comunità autonoma, juan Bernal “intellettualmente non si può chiamare salvataggio”, dal momento che il Fla è stato istituito proprio per garantire liquidità alle regioni che non riescono a finanziarsi sul mercato.

Spain: Residential Property Price Index

Kh8WpLbI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.