Societé Générale, i titoli che non deluderanno

 Le borse europee hanno interrotto il trend rialzista. Quanto potrà durare la correzione? Ecco, secondo gli analisti di Societé Générale , i titoli che, al di là delle oscillazioni delle borse di breve termine, non deluderanno gli investitori in una prospettiva di mercato a 12 mesi

1) Total . Il gigante petrolifero francese,  merita un prezzo obiettivo di 55 euro, che implica un total return (performance + rendimento della cedola) del 23%. Ai multipli attuali è infatti sottovalutato rispetto ai competitor. Il titolo, che capitalizza 118 miliardi di euro, ha un rendimento della cedola del 5,1% nel 2018.

2) Crh. Target price di 3200 pence (total return del 25%) per il gruppo Uk specializzato nei materiali da costruzione, che realizza il 46% dei ricavi In Europa, il 52% nelle Americhe e il 2% in Asia. Dopo le acquisizioni realizzate lo scorso anno, Crh potrebbe fare altre operazioni di m&a. Il titolo tratta 15,5 volte l’utile 2018, mentre il rendimento del dividendo é 2,3%.

3) Novartis. Target price di 97 franchi, che implica un total return del 19%, per il gruppo farmaceutico svizzero. La crescita degli utili superiore alla media del settore (9% contro 7%) non è riflessa nelle quotazioni attuali. Il titolo, che capitalizza 190 miliardi di euro, ha un dividend yield del 3,3% nell’esercizio 2018.

4) Bmw . Prezzo obiettivo di 98 euro (total return dell’11%) per la casa automobilistica tedesca guidata da Harald Krueger, che capitalizza 55 miliardi di euro. Sugli utili attesi nel 2018 Bmw  tratta con un multiplo ev/ebit (valore d’impresa/reddito operativo netto) di 3,7, la metà della sua media a lungo termine di 7,2. Il titolo ha un rendimento della cedola del 4,5% nel 2018.

5) Accor. Prezzo obiettivo di 46,5 euro (total return del 3%) per il gruppo alberghiero che ha confermato l’obiettivo di duplicare il reddito operativo lordo (ebitda) nei prossimi cinque anni. Il titolo, che capitalizza 13 miliardi di euro, viene scambiato 37,6 volte l’utile di quest’anno. Il dividend yield 2018 è 1,3%.

6) Glencore. Prezzo obiettivo di 470 pence (total return del 21%) per il colosso minerario, che capitalizza 66 miliardi di euro. Sulla base delle proiezioni sui prezzi delle commodity, il reddito operativo lordo (ebitda) è stimato in crescita del 30% nel 2018 e del 20% nel 2019. Il titolo viene scambiato 11,6 volte l’utile 2018, mentre il dividend yield è 5,9%.

7) Publicis. La società francese del settore media ha un target price di 78 euro (total return del 44%). Il titolo, che capitalizza 13 miliardi di euro, tratta 11,2 volte l’utile 2018. Grazie alla flessibilità del modello di business, potrà migliorare i risultati di bilancio. Il dividend yield 2018 è 3,9%.

8) Renault . Il prezzo obiettivo della casa automobilistica  è 98 euro, che implica un total return del 14% perché la valutazione attuale non rispecchia pienamente la trasformazione avvenuta nel gruppo. Il titolo, che capitalizza 26 miliardi di euro, viene scambiato 5,2 l’utile di quest’anno. Il rendimento della cedola è 4,5% nell’esercizio 2018.

9) Deutsche Post . Il prezzo obiettivo della compagnia tedesca è 48 euro, che corrisponde a un total return del 27% dalle quotazioni attuali. Il titolo, che capitalizza 47 miliardi di euro, viene scambiato 16,3 volte l’utile di quest’anno, mentre il rendimento della cedola 2018 è 3,1%.

10) Axa . Prezzo obiettivo di 29,5 euro (total return del 16%) per la compagnia assicurativa che alle quotazioni attuale ha una valutazione molto attraente, visto che è scambiata 10 volte l’utile 2018 contro una media settoriale di 11,3. Il rendimento della cedola del titolo, che capitalizza 64 miliardi di euro, è 5,1% nell’esercizio 2018.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.