Obbligazioni bancarie AA

bnp20paribas

Il mercato obbligazionario sta attraversando una fase positiva, soprattutto grazie alla politica espansiva della BCE. Però non è tutto oro quello che luccica. Se è vero che i paesi periferici, Grecia, Portogallo, Spagna e Italia, hanno collocato bene il loro debito, con rendimenti in forte calo sulle scadenze brevi, tuttavia restano alti gli interessi sulla parte lunga della curva. Inoltre la massa di titoli da collocare resta imponente: 400 mld le banche europee,100 quelle italiane, oltre al fatto che vanno in scadenza, nel 2012, circa 60 mld di bond aziendali. Ora tutto è facile per i grandi player, compresi quelli dell’Europa meridionale, Eni, Enel Iberdola ecc.., meno per le aziende di minor solidità. Pertanto con i rendimenti bassi si possono riconsiderare i titoli di maggior qualità, come quelli delle banche

  • AA BNP AA 12/2013 XS0405121368 R.E 2,10%
  • JP Morgan AA 01/2014 XS0284840542 R.E 2,13%

Scadenze non lunghe, rendimenti bassi, ma assoluta tranquillità degli emittenti. Titoli per chi pensa che le turbolenze possano ricominciare, visto che i problemi, non sono stati risolti ma semplicemente spazzati sotto il tappeto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.