Obbligazioni australiane

 Se Trump farà ciò che promesso, e la cosa è tutt’altro che sicura, dovremmo avere un aumento del ciclo economico e quindi anche un aumento del prezzo delle materie prime. Ciò potrebbe favorire il dollaro australiano che comunque nell’ultimo periodo si è già rafforzato contro l’euro. Resta il fatto che il rendimento a breve è ancora buono. In una corretta diversificazione valutaria l’AUD è una delle valute da tenere in considerazione. Taglio minimo 2.000, rendimento interessante

 

Banca IMI                           08/09/20             IT0005045221                    R.L. 4,0%             BBB –     CDS 133

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.