MERCATI, nessuna illusione per chi investe

Quando si sviluppano tante facili promesse, spesso chi la “racconta meglio” riceve più credibilità.

PIANIFICARE: ecco come proteggersi dalle incertezze delle previsioni

altIl risparmiatore, se come suggerito nei precedenti articoli, è riuscito a tutelarsi dal conflitto di interessi, trovando un consulente super partes ed ha ottenuto un’accurata e professionale diagnosi del suo patrimonio con la quale valutare oggettivamente il suo benessere finanziario, deve ora affrontare un’altro passaggio, ovvero proteggersi dall’incertezza delle previsioni e delle performance future. Ed è in questa fase molto delicata che si sviluppano tante facili promesse e spesso chi la “racconta meglio” riceve più credibilità, in quanto nulla è verificabile oggi di quello che accadrà domani.

FUTURO SCONOSCIUTO

Ognuno di noi vorrebbe sapere cosa accadrà domani e per tale desiderio si è disposti con estrema debolezza ad accettare tante promesse che i “furbi” rivestono di ragionamenti complessi, formule e tabelle e così il gioco sarà fatto anche se poi sarà un peccato per chi ci ha creduto!

Capire il presente è complesso perché richiede conoscenze ed impegno mentre ipotizzare il futuro è semplice perché non richiede nulla di ciò, se non “leggerezza”, in quanto è poi facile trovare giustificazioni e così si sente di tutto ed a fatti accaduti il contrario di tutto.

Warren Buffett, considerato il miglior investitore al mondo, ci ricorda che “di solito le previsioni ci dicono più cose su chi le fa che sulla previsione stessa” in quanto ipotizzare è spesso la furbizia di chi usa tale espediente per porsi allo stesso livello di chi sa, motivo per cui chi meno conosce … più ipotizza.

COSA FARE

Per ben investire, non è necessario avere la sfera di cristallo ma spesso basta semplicemente conoscere le proprie esigenze di spesa e le finalità dei propri investimenti ed interfacciarsi con

professionisti capaci di aiutarci in una corretta pianificazione finanziaria.

Le esigenze del risparmiatore dovrebbero essere ben identificate in base a:

Protezione – Liquidità – Investimento – Previdenza … ed infine Speculazione

in quanto queste determinano il tempo a disposizione per ogni porzione di patrimonio da dedicare a: l’immediato – al breve – al medio – al lungo termine o “fuori tempo” in caso di speculazione e ciò vincola la scelta degli strumenti e dei prodotti utili al raggiungimento degli obiettivi.

TIME ALLOCATION

Spesso sentiamo parlare di asset allocation mentre l’esperto ci sottopone grafici a torta su come allocare il patrimonio nei vari mercati ma poche volte si concentra l’attenzione su precise ripartizioni nel tempo del proprio denaro, semmai con asset allocation suddivise in base a differenti orizzonti temporali. E’ solo il corretto posizionamento della durata dei propri investimenti che tutela

dalle incertezze delle previsioni, in quanto non si può pensare ad esempio di investire in strumenti azionari la liquidità che ci serve ad un anno e quindi il rischio non è nello prodotto finanziario in quanto tale e che presenta caratteristiche precise e conoscibili a priori ma si trova nell’errata valutazione delle esigenze e degli obiettivi e più in dettaglio nell’errata stima del tempo in cui si avrà bisogno del capitale.

CONOSCERE SE STESSI

L’economista Galbraith ci rammenta che “La sola funzione delle previsioni in campo economico è quella di rendere persino l’astrologia un po’ più rispettabile”, perciò il risparmiatore per proteggersi dalle incertezze delle previsioni non necessita di una laurea in discipline economico-finanziarie e questo è un bene, perché gli consente di non essere in balia di decisioni e suggerimenti altrui, in quanto nessuno può conoscere le esigenze e gli obiettivi d’investimento meglio di lui stesso. E’ solo dandosi il giusto tempo e pianificando accuratamente che si possono creare adeguati guadagni, senza illudersi di ricevere da sedicenti esperti previsioni utili per arricchirsi, perché se così fosse non avrebbero bisogno del vostro denaro e se poi non accadrà ed avrete perso i vostri soldi…

Beh, loro andranno a cercare qualcun’altro a cui vendere le loro previsioni.

 

L’autore della rubrica – “Risparmio, i conti in tasca” pubblicata su www.lanuovaprimapagina.it , è a cura del nostro consulente RUBENS LIGABUE, professionista certificato EFA – European Financial Advisor, associato SIAT – Società Italiana Analisi Tecnica, iscritto all’Albo Unico Nazionale dei Promotori Finanziari.

Per domande e chiarimenti potete scrivere a: rubens.ligabue@gmail.com

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.