Le decisioni della Corte costituzionale tedesca ed i potenziali effetti sulla BCE

imagesCATDD4W5 In particolare, tale “cantiere” legislativo è da ritenersi strategico, essendovi potenziali elementi di criticità prossimi venturi, a partire dal 18/3 (prossima sentenza della corte tedesca) nonché e come già accennato in prossimità o dopo le votazioni europee di fine maggio.

 Non è da dimenticare che l’architettura su cui si basa l’apparente tranquillità della zona euro e dell’Italia è legata ai seguenti aspetti:

 1) La possibilità che l’O.M.T, il “bazooka di Draghi, possa essere reso funzionante

 2) La possibilità che il M.E.S., il “salvagente” pro Stati ma ancor più pro banche, possa completare l’iter burocratico e diventare del tutto operativo

 3) La possibilità che azioni estreme quali i “bail in” e le “patrimoniali” diventino effettive in tempi relativamente brevi

 Invito dunque a visionare l’intervista svolta a TRC, per aggiornarsi sugli ultimi avvenimenti, al seguente link:

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.