Idrogeno, maneggiare con cura

L’interesse verso questo materiale sta crescendo, soprattutto per i vantaggi che fornisce in termini ambientali. Ma per gli investitori, dicono gli analisti di Morningstar, è un asset che presenta diversi rischi.

Marco Caprotti

L’idrogeno viene universalmente riconosciuto come uno degli elementi più utili per arrivare a produrre energia senza creare anidride carbonica e, di conseguenza, per abbassare le emissioni di ozono nell’atmosfera.

Che questo, dal punto di vista degli investimenti, lo renda un asset da avere in portafoglio a tutti i costi, secondo gli analisti di Morningstar è invece una faccenda da valutare con attenzione.

Sicuramente la questione dell’idrogeno e del suo utilizzo interessa molto. Basta guardare quello che sta succedendo in Europa e negli Usa.

I piani dell’Ue, ad esempio, prevedono la costruzione di impianti di elettrolisi per produrre idrogeno per un totale di 40 gigawatt. Per avere un raffronto basti considerare che l’impianto più grande del mondo, in Giappone, è di soli 10 megawatt e la capacità globale totale è di circa 100 megawatt.

Gli Stati Uniti, intanto, hanno speso più di 4 miliardi di dollari nella ricerca sull’idrogeno negli ultimi due decenni e il presidente Joe Biden nel suo piano per l’energia pulita ha delineato che vuole portare i costi dell’idrogeno verde in linea con quelli delle fonti convenzionali.

La miscelazione dell’idrogeno con il gas naturale e l’utilizzo di pipeline dedicate all’idrogeno consentirebbe, tra l’altro ai proprietari delle reti di distribuzione di prolungare la vita utile degli impianti di distribuzione esistenti per anni.

La questione dei costi, però, non è secondaria. “Anche se i prezzi dell’idrogeno diminuissero ai livelli previsti dal consensus arrivando alla forchetta compresa fra 1,5 e 2 dollari per chilogrammo avremmo comunque bisogno di tasse sul carbonio molto alte per far funzionare davvero il sistema da un punto di vista economico” (vedi grafico sotto).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.