Commodity

 Le quotazioni del petrolio puntano verso la parte alta del range a 55 US$/barile (a livello di WTI): i recenti sviluppi sembrano compensarsi a vicenda, ma il sentiment di mercato sembra più propenso ad attribuire maggior peso a quelli positivi. Sul fronte rialzista, il rispetto dei tagli della produzione dei principali produttori OPEC e non OPEC è stato migliore delle attese, supportando l’idea che l’OPEC (ed in particolare l’Arabia Saudita) sia tornato a gestire attivamente il mercato mondiale, fissando quota 50 US$/barile come «floor» per le quotazioni. Inoltre il flusso di dati macroeconomici continua a puntare ad un’accelerazione della crescita mondiale a inizio 2017, creando rischi al rialzo per la domanda. Infine la possibilità che gli USA impongano nuovamente unilateralmente sanzioni all’Iran può frenare la ripresa della produzione iraniana, compensando il ritorno sul mercato di Libia e Nigeria. Sul fronte negativo, negli USA le scorte continuano ad accumularsi (quelle di greggio hanno raggiunto il record storico la scorsa settimana), probabilmente per effetto di un aumento più rapido del previsto della produzione di shale oil. Inoltre il quadro tecnico è deteriorato, con la volatilità ai minimi dall’estate 2014 ed il posizionamento rialzista degli investitori ormai sovraffollato. Se le scorte USA non iniziano a scendere nelle prossime settimane ed il tono della retorica OPEC non torna ad alzarsi, le quotazioni del greggio potrebbero finire sotto pressione. Dati macroeconomici positivi, il ritorno della «Trumpflation» sui mercati degli asset rischiosi e problemi di produzione in alcune enormi miniere in Cile (Escondida di BHP Billiton) ed Indonesia (Grasberg di Freeport McMoRan) hanno spinto i metalli industriali ai massimi del 2015. Nonostante la retorica «hawkish» della Fed, l’oro continua a beneficiare della ricerca di beni rifugio dalla possibile turbolenza elettorale in Europa e di politica economica negli USA, come mostra l’accelerazione negli ultimi mesi dei flussi in entrata sugli ETF sull’oro fisico.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.