Barclays settore auto

auto 1) Peugeot. Rating overweight (sovrappesare) con prezzo obiettivo 17 euro. Nello scenario bullish il target è 25 euro. Il gruppo francese ha portato avanti un drastico piano di ristrutturazione che ha prodotto risultati prima del previsto, mettendo le basi per una solida redditività di lungo periodo. Il rendimento della cedola dell’esercizio 2016 è 3,7%.

2) Michelin. Il rating è negativo (underweight) con target price 84 euro, che è inferiore alle quotazioni attuali, perchè secondo gli analisti la società è svantaggiata rispetto ai competitor sia in termini di prodotto sia di diversificazione geografica. Il titolo viene scambiato con un multiplo di 12 sull’utile 2017. Il dividend yield dell’esercizio 2016 è stimato 3%.

3) Fca . Prezzo obiettivo di 5,50 euro e rating underweight, perchè il titolo alle valutazioni recenti è meno attraente dei competitor. E’ sulla strada giusta per migliorare i margini reddituali, mentre sta cominciando a recuperare il gap con Ford/Gm negli Usa grazie alla migliorata struttura dei costi e a una positiva dinamica del mix prodotti. Non distribuisce dividendo.

4) Daimler . Rating neutrale (equalweight) con prezzo obiettivo 70 euro, perchè la Class E  dovrebbe assicurare alla società un altro anno profittevole, ma l’impatto del calo della Classe S rende le prospettive meno rosee. A sfavore gioca inoltre l’esposizione verso i mercati dei mezzi pesanti nei Paesi dell’America latina. Il rendimento della cedola dell’esercizio 2016 è 6,3%.

5) Bmw . Giudizio positivo (overweight) con target price 99 euro, che nell’ipotesi bullish arriva 126. E’ il gruppo preferito dagli analisti, perchè sta attraversando un momento molto favorevole per quanto riguarda la redditività e la generazione di liquidità. Il potenziale di crescita degli utili nel medio periodo è elevato. Il titolo viene scambiato 7,5 volte l’utile 2016. Il dividend yield dell’esercizio 2016 è stimato 4,7%.

6) Continental . Rating neutrale (equalweight) con prezzo obiettivo 184 euro, perchè la crescita nel segmento dei prodotti a minore valore aggiunto dovrebbe rallentare, mentre gli investimenti in R&S avranno un impatto negativo sui margini reddituali. Il p/e previsto per il 2016 di 12 è inoltre troppo elevato rispetto alla media. Il rendimento della cedola dell’esercizio attuale è 2,2%.

7) Volkswagen . Giudizio positivo (overweight) con target price 161 euro, che nello scenario ottimista sale a 191. La maggiore chiarezza sul tema delle emissioni e i segnali dei cambiamenti in atto nella società sono validi motivi per approfittare della debolezza del titolo, anche se restano incertezze. Ai prezzi attuali tratta 6 volte l’utile 2016. Il dividend yield dell’esercizio 2016 è stimato 3%.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.