Alla fine dell’imbuto

08449_aNella visione delle banche centrali vi è la recondita speranza che tutto ciò fornisca non solo il necessario supporto al sistema finanziario ma consenta anche di innescare un nuovo ciclo del debito, del consumo e dunque di crescita, con conseguente uscita da tali politiche. Dalla parte opposta, vi è una crescente preoccupazione di ritrovarsi con delle bolle ovunque. Ed è per questo che i mercati azionari appaiono sempre più sensibili alle parole o alle decisioni delle banche centrali.

I veri speculatori sanno come si gioca e non si fanno illudere dai comunicati più o meno ottimistici sulla futura ripresa, bensì rimangono concentrati nel tentare di cavalcare l’onda generata, sperando di poter capire il momento miglior per uscirne con il massimo beneficio, in quanto consapevoli del fatto che la fede nell’operato delle banche centrali non dovrebbe essere così alta, se si tiene conto dei ripetuti errori di valutazione che nella storia si sono sistematicamente verificati. Per i piccoli investitori che stanno invece optando per gli investimenti più rischiosi, nel tentativo di raggiungere qualche piccolo ritorno extra, è forse il caso di capire che stanno raccogliendo delle monete da dieci centesimi di fronte ad un rullo compressore che è in movimento.

Deve essere evidente a chi si avventura oggi sui mercati azionari, semmai alla ricerca di alti e sostenibili dividendi, in un contesto in cui la produttività non sale e l’economia non cresce molto ed in cui le imprese, invece di investire continuano ad acquistare azioni proprie per far salire gli utili per azione così da aumentare i dividendi, non può aspettarsi che ciò possa essere sostenibile a lungo e nemmeno poi sorprendersi di fronte ad un eventuale e repentino cambiamento di direzione

Rubens Ligabue

L’autore della rubrica – “Risparmio, i conti in tasca” pubblicata su www.lanuovaprimapagina.it , è a cura del nostro consulente RUBENS LIGABUE, professionista certificato EFA – European Financial Advisor, associato SIAT – Società Italiana Analisi Tecnica, iscritto all’Albo Unico Nazionale dei Promotori Finanziari. Per domande e chiarimenti potete scrivere a: info@rubensligabue.com

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.