Quattro chiacchiere…. e tanta tristezza

simpsons-tvL’altro giorno ci siamo visti, quattro amici a pranzo intorno ad un tavolo, cucina familiare tipica: cappelletti, bollito, salsa verde e una bella zuppa inglese. Vino: lambrusco e toscano (così i montanari chiamano il chianti). La trattoria era vuota, noi ci siamo di casa, la televisione accesa in sottofondo ci dava, con il telegiornale, l’agenda delle chiacchiere. Tutti scontenti, da destra a sinistra, poi arriviamo all’economia e lì le previsioni sono diventate funeree. Dei figli non parliamo, pensare ai giovani deprime e fa acido. E così abbiamo cominciato a pensare come andrà. Letta dura? Il PDL diventerà un partito? Il PD resterà un partito? E il centro (non Casini) il centro esiste, almeno come elettorato potenziale, e quanto vale?

Le teorie erano tante, le convergenze poche. Capita che nelle discussioni ci sia un momento di silenzio, un occhio del ciclone in cui tutti si estraniano per un attimo e percepiscono l’esterno. Ci è capitato e l’esterno era la televisione. Abbiamo alzato il volume, cambiato vari canali e ci siamo capiti senza parlare. Non abbiamo capito niente. Mentre noi inseguiamo quello che speriamo dalla realtà, la realtà sono le trasmissioni e i milioni di spettatori che le seguono.

Trasmissioni fatte di lacrime finte, di giustizieri sommari, di italiano approssimativo, parlato da avvocati e da conduttrici. Di storie, storielle e storiacce e tutto questo nei cosiddetti orari protetti, quelli in cui i bambini guardano le trasmissioni. E meno male che guardano quelle, perché gli unici cartoons sono ancora più violenti delle care signore e signorine conduttici.

Anche questa è una cosa interessante. In quella fascia oraria si dovrebbero chiedere le quote azzurre, perché sono tutte donne quelle che massacrano le donne e la condizione femminile, fanno finta di parlarne bene, di metterle in buona luce, ma poi, sul loro stile per mignottoni escono.

Queste non parlano a vuoto, sanno il seguito che hanno e sono lì a presidiare un elettorato di svariati milioni di casalinghe, ultrasessantenni e ragazzotti/e disposti a qualsiasi figura di m per andare anche solo un’ora in TV. E noi lì a perdere tempo a fare fini distinguo sul voto.

Ci siamo guardati in faccia e mogi, diviso il conto, ce ne siamo andati. Come l’Italia. Andati in malora.

Dati di ascolto del 24 ottobre 2013  (programmazione delle 15 circa) :

–          Verdetto Finale (RAI 1)                                                                1.937.000

–          Detto Fatto (RAI 2)                                                                         604.000

–          Geo (RAI 3)                                                                                    922.000

–          Beautiful (Canale 5)                                                                    3.466.000

–          Lo sportello di Forum (Rete 4)                                                       877.000

–          I Simpson (Italia 1)                                                                      1.832.000

–          TOTALE                                                                                      9.638.000