Letti

KC-001_--_letto_elettrico_con_base_(3659) Non parlo di libri, ma di mobilia. Mia madre ha dovuto comprarsi un  letto ortopedico con le sponde, ha speso 300 euro, si è fatta fare regolare fattura e quest’anno, dopo aver preso appuntamento, è andata al CAF per compilare la dichiarazione dei redditi. Tutto regolare tranne il letto, che per essere accettato in detrazione deve essere accompagnato da un certificato di invalidità. È tornata a casa,  riprenderà un altro appuntamento col CAF e tornerà a completare la dichiarazione dei redditi. Mia madre ha 92 anni, ed è invalida, si muove con un bastone e non può prendere autobus. Quindi taxi, andata e ritorno. Ha una pensione che non arriva a 1.100 euro mensili e un contributo di invalidità di 490 euro mensili, spesi tutti per assistenza (per la verità deve aggiungere qualcosetta).

Questo è lo stato dell’arte della Repubblica Italiana. E questo stato di cose genera domande ovvie e risposte scomode.

Perché non basta la fattura di un letto ortopedico a una signora di 92 anni ? Potrebbe essere stato acquistato per migliorare le prestazioni sessuali ? Per sfoggio ? Per delirio di onnipotenza ?

Perché chi ha venduto il letto non ha segnalato la necessità del certificato di invalidità, magari scrivendolo sulla fattura ?

Perché il CAF non può archiviare una pratica in attesa di documentazione da produrre successivamente ?

Perché per le persone invalide la dichiarazione dei redditi non viene fatta a casa dell’interessato ?

Perché il nostro 730 è attivato ad essere un libro e nei paesi civili che bastonano gli evasori sono quattro paginette, quattro ?

Perché con 60.000 Guardie di Finanza, solo il 2-3% delle dichiarazioni dei redditi vengono controllate?

Perché negli altri paesi c’è una norma antiriciclaggio che serve per non far andare via i capitali e punire seriamente chi lo fa e da noi no ?

Perché qui, con i risparmi che venivano dall’euro (minori interessi bancari, e quindi maggiori vendite rateali, minori tassi di interessi sui titoli pubblici, ecc…) invece di riformare il nostro modello produttivo e burocratico, abbiamo continuato ad alimentare lo sperpero pubblico, la corruzione, che è la morte della concorrenza e soprattutto della piccola impresa, perché ci siamo affidati a governi fatti o di cioccapiatti (Berlusconi&co) o di armate Brancaleone(Prodi&co), facce nuove solo negli ultimi mesi e poi tutte con padrini appresso, come nei duelli. Abbiamo rieletto un Presidente della Repubblica già vecchio la prima volta. Abbiamo l’opposizione fatta da un comico che raccoglie in maniera uguale dalla destra estrema alla sinistra estrema, e questa è la risposta alle domande suddette. Non ci credete ? Affari vostri e cavoli miei.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.