Fare azienda o fare i furbi

7ed1daec9767b1edc9b26ba77104c30e-300x209Se dovessi fare azienda prima di vendere chiederei a qualche coraggioso se se la sente di “raddrizzare” la barca. Penso che sull’emozione della Costa Concordia qualcuno lo troverei.

A Grillo chiederei di raddrizzare Telecom, è l’unico che in un’assemblea di azionisti abbia mai parlato chiaro. A proposito degli azionisti, se fossi un Presidente del Consiglio favorirei l’aggregazione dei microazionisti, per esempio in Telecom sono più del 60% e per “comprarla” basta impadronirsi del 50% di una società che “pesa” solo per il 22%. Si dice che siamo in democrazia, ma in questo settore siamo ancora ai Faraoni. Chi vuole qualcosa si compra il 50%, punto. Sennò è chiaro a chi vanno i guadagni e chi becca le fregature. E non venitemi a dire che questo scoraggia il mercato, scoraggia gli speculatori, punto.

Per la RAI avrei pensato a Freccero, è uno dei pochi che di televisione capisca e ha trovato consensi in tutte le reti in cui ha lavorato. Così forse si riuscirebbe a far lavorare quei 1300 giornalisti a busta paga, magari mettendoli al posto giusto. Ad esempio tutti quelli dello sport potrebbero essere i protagonisti moderni di un mai dimenticato Drive in.

Per Alitalia c’è solo da cercare qualche rampante dirigente di Ryan Air, con buona pace di tutti quei piloti e quelle hostess che pensano di essere ancora alla fine degli anni sessanta e che professionalità è un requisito e non l’unzione del Signore.

Per Finmeccanica farei un concorso interno : un triumvirato, uno max 35enne, uno tra i 35 e 50, l’ultimo max 65enne, selezione rigorosamente commissionata in Giappone, Corea o Cina.

Poi istituirei una task force di tagliatori di inutili teste, i soldi risparmiati, tutti nella ricerca, i Rettori che non portano risultati con la ricerca,  a casa con metà stipendio, se no, a casa subito o ad insegnare. Così anche negli ospedali e nella pubblica amministrazione.

Per fare i furbi, per non annoiare troppo, citerò solo gli USA, la più grossa bufala di mercato da vent’anni a questa parte. Alla loro “creatività” pelosa dobbiamo il crollo dell’87, la sbornia dei tecnologici finita nel 2000, poi Enron, la madre di tutti i derivati che hanno moltiplicato carta invece che ricchezza. Oggi si sono inventati il default statale, praticamente sono falliti, ma attenzione, come sempre il conto lo lasciano agli altri. Con tanti auguri per la flebile ripresa mondiale. E tutto è per sola politica, l’economia non c’entra una mazza. È solo una banale questione di sedie e culi pesanti. Ma poi che dico, quella non è la patria della democrazia ?