Un sistema corrotto che stimola il genio

leonardo-da-vinci

Spiegare il nostro paese agli stranieri è uno degli esercizi più complessi e più divertenti che mi sia capitato. Perché in superficie tante cose sembrano analoghe a quelle del mondo globalizzato, ma è in profondità che i meccanismi e gli ingranaggi si fanno più complessi, difficili da far comprendere a chi non li vive dall’interno. Mi fa ancora sorridere il dialogo con un’amica nordamericana che lavora nelle vendite e mi diceva che non farebbe altro mestiere al mondo: “in questo periodo non faccio altro che andare a cene e feste. Networking is all I do. Vengo pagata per socializzare”. Le ho spiegato che qui non funzionerebbe così. Networking un fico secco, noi non sappiamo neanche cos’è, al massimo raccomandazione o appoggio, che non sono networking. Se vendessi qui, le ho spiegato, faresti del gran “cold calling” (chiamate a nuovi clienti) per prenderti dei no nel 90% dei casi. Poche feste, tanto stress, risultati centesimali. E’ molto più frustrante. Per farle capire il concetto le ho detto: prendi ad esempio il tuo curriculum. Tu hai convinto alcune aziende importanti a cambiare fornitore, tipo Walmart. Ecco, già qui è una cosa che ti potresti scordare. Intanto in molti casi c’è di mezzo la politica, quindi tu sei fuori dal processo. Dopo di che, se anche pratichi condizioni migliori e ci sai fare a livello personale conta ben poco, in quanto il rapporto cliente-fornitore è di amicizia, nella migliore delle ipotesi, quindi molto difficile da intaccare. Per il resto quando anche non ci sono interessi di bottega, parrocchia, parentela, amicizia stretta e via discorrendo, è comunque difficile vincere una resistenza al cambiamento che è nostra peculiarità culturale. Detto questo, se anche fossi brava, scordati di amministrare un portafoglio da 150 milioni di dollari a meno di trent’anni. A parte che non lo creeresti, poi per un sistema di vassallaggio ne avresti comunque già passati due terzi ad un senior che più di te ha solo “anzianità di servizio”. “So the competition is not fair?”. E’ stata la sua riflessione mentre io mi rotolavo sul tappeto. Adoro l’ingenuità di coloro che vivendo in sistemi non marci, non possono che analizzare il nostro arzigogolato sistema con schemi così naif. “Of course it’s not fair!”. Essere bravi è comunque un asset: solo che non è il principale, anzi è uno dei più marginali. Il networking dovrebbe essere: sono simpatico, ma anche affidabile, preciso, divertente, mi do da fare per conoscere, rapido negli approcci, sciolto e quindi porto a casa contatti e occasioni di business. Il networking italiano invece ha vari gradi che in ordine di forza sono: prostituzione/corruzione/ricatto, poi legame famigliare, amicizia stretta e prolungata negli anni, appartenenza politica, appartenenza ad altri circoli o aggregazioni, conoscenza. Ecco, alla fine di tutto questo arriva quel network basato su capacità relazionali e stima. Detto ciò, il bello di descrivere l’Italia agli stranieri è anche poter dire loro che questo è al tempo stesso il paese dei geni. Che non è un caso se abbiamo inventato le cose più spettacolari, scoperto l’America e sfornato un mucchio di santi (e ti credo, con la pazienza che ci vuole), oltre che di ricercatori che all’estero spaccano; e anche che i nostri imprenditori emergenti hanno dei testicoli cubici che dalle altre parti se li sognano. Non è vero che se sei il numero uno a New York, come dicono, sei il numero uno del mondo. Semmai, se non hai ancora chiuso bottega qui, sei il numero uno! Questo sistema alla fin fine, non incentiva la crescita media, ma l’emergere della genialità : per farcela con uno Stato che non ti aiuta in niente ma ti vessa di tasse e burocrazia, un network sociale corrotto che ti drena risorse e non ti supporta in niente, un mercato illiberale, una sindacalizzazione anacronistica, i costi di una classe politica di ladri e farabutti, università dequalificate che non c’entrano un tubo col tessuto produttivo, un humus culturale da Africa centrale beh, se ce la fai a fare impresa o business in mezzo a tutto questo, lavorando onestamente e senza appoggi, hai davvero tirato fuori della genialità !

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.