Protagonismo

1498741631_453b1c2608_o E’ toccato a Monaco. Un altro attentatore. Altri morti. Cordoglio, stupore, rabbia e tanti tanti luoghi comuni. Ma è terrorismo o solo follia? Ha poca importanza. Chi, come me ha l’età per aver vissuto il tempo del terrorismo di destra e di sinistra, sa che di dementi (in senso letterale) malati di protagonismo, che vogliono dare un senso alla loro esistenza con un gesto eclatante ce ne sono a profusione. E l’emulazione è una molla potentissima. Come d’altra parte accade per i suicidi e i delitti contro i minori e le donne: accaduto il fatto, si replicano modi/luoghi diventati tristemente noti. Il fenomeno non si frena se non abbassando i toni, ma questo cozza contro le “leggi” dell’informazione, quindi di atti simili ce ne dobbiamo spettare ancora. Quello che trovo folle, visto che se ne conoscono le dinamiche, è invece l’uso dei mezzi di informazione. Lo strillonaggio della notizia e il comportamento dei politici. Tutto dimostra come NON ci sia vero interesse e solidarietà, ma bieca voglia di protagonismo. E questa è la tomba delle democrazie. Ce lo insegna la storia: se si fomenta la paura è per sospendere le regole vigenti. Accadde proprio in Germania con la resistibile ascesa di Hitler al potere: solo la collusione con interessi “altri” glene permise la presa. Non parliamo poi di Mussolini e del fascismo, che se non fosse stato per re sciaboletta, lo potevano fermare non dico i vigili urbani di Roma ( già allora forse erano in malattia), ma anche i tanto contestati centurioni che giravano (e continuano a farlo) sotto il Colosseo. Troppi dementi in libertà, troppi cretini prezzolati dietro le telecamere, troppi politici con robuste voglie di scorciatoia. Per sdrammatizzare farò un esempio facile e “nostro”. C’è tutto uno strillare sulle riforme della Costituzione. Ora chiudete gli occhi e chiedetevi se vi hanno informato seriamente su cosa si cambia e perchè, ma non alla rinfusa, puntualmente. E soprattutto, quando andrete a votare, lo farete per partito preso o per cognizione di causa? Sta tutto lì, in quelle tre parolette: COGNIZIONE DI CAUSA. E non valgono solo per il nostro voto, ma per la nostra vita e sempre più. Pensateci. Se vi pare.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.