La ninfa incostante – di Guillermo Cabrera Infante

infante tn 150 173 Un romanzo geniale: Letteratura, con la L maiuscola (El País).

Estela Morris, la conturbante ninfa del titolo di questa storia nostalgica e spassosa, solare e rocambolesca, ha appena sedici anni quando il protagonista del romanzo (dichiaratamente autobiografico) la incontra sulla calle 23 dell’Avana e si lascia convincere per amore a diventare suo complice in un delitto…

Nelle parole dello stesso Cabrera Infante, «Estela è il sogno della mia Avana di tanti anni fa, quando credevo in un mondo migliore. Era il mio sogno d’amore, che rivivo ogni notte quando ripenso alla mia Cuba, isola incantata di cui ero esploratore e guida. In quel periodo L’Avana era il centro del mio universo, percorrerla era un viaggio intergalattico tra due soli, ed Estela era una bambina vestita da eroina francese».

Il romanzo postumo di un grande narratore, una pirotecnia di calembour e gag comiche, uno scrittore da riscoprire. Con un saggio di Mario Vargas Llosa. Cabrera infante è il Proust cubano.

La ninfa incostante – romanzo postunmo di un Premio Cervantes tanto caro a Mario Vargas Llosa – esce a NOVEMBRE per MINIMUM FAX.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.