Il club delle prime (e uniche) mogli

caricature_sposi Appartengo ormai da trent’anni al club sempre più esclusivo delle prime e uniche mogli. Mai dire mai, ovviamente: un improvviso impazzimento senile del cuore di lui o la vedovanza, “aglio fravaglio, fattura ca  nun quaglia, corna e bicorna caparice e capodaglio” (Pappagone), potrebbero  cambiare il mio stato. Nella seconda ipotesi non me ne accorgerei proprio, sempre che dall’aldilà non fossi dotata di poteri sovrannaturali, nel qual caso mi prodigherei a grattare i piedi  dei novelli sposi ogni notte. Come si arriva fin qui? Dipende dai casi, nel mio, essendo il partner dotato di personalità complessa e dinamica, ho usato spesso la tecnica dell’adattamento alle situazioni che l’indomito marito mi faceva trovare via via nel nostro percorso. Fortunatamente, credo, lungo la strada, non ricordo di aver individuato rivali da combattere, le corna da portare sulla testa sono pesanti per tutte e non mi riferisco a quelle di qualche rigo sopra, esclusivamente scaramantiche. Oppure se ciò fosse avvenuto, non me ne sarei accorta, il che ha agevolato sicuramente il cammino.

Qualcuno suggerisce: negare sempre, anche con le mutande in mano, ma spesso le bugie hanno le gambe corte e se si vuole indagare anche senza ingaggiare Sherlock Holmes, qualche indizio  porta facilmente alla verità. Il tradimento lo considero una frattura pressochè insanabile, a meno che negli accordi prematrimoniali non siano state previste reciproche libertà. In altri casi di coppie longeve, osserviamo talvolta mariti pantofolai, molto dipendenti, portati a spasso da signore tuttologhe, come barboncini al guinzaglio.

La parità di genere è invocata dalle donne, nelle opportunità, ma la parità dei sessi è ancora oggi ardua da raggiungere, per questo, nel combattimento quotidiano per la sopravvivenza e il potere, anche in amore, l’uomo e la donna spesso entrano in conflitto. Qualcuno talvolta deve cedere qualcosa della propria libertà e dei propri desideri, ma è forse l’unica soluzione per rimanere insieme a lungo, portandosi reciproco rispetto. Diversamente, il club delle prime e uniche mogli dovrà chiudere i battenti per mancanza di socie.   

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.