Crescita personale o auto-aiuto

5handlingsuccess Si trova ormai sul mercato una vasta letteratura sullo sviluppo personale o auto-aiuto, che tratta sostanzialmente della crescita personale  e psicologica dell’individuo in tutte le sfere della vita, dal successo materiale al benessere psicofisico.

Si trovano titoli molto validi e altri decisamente meno d’aiuto, ma a prescindere da questo è apprezzabile il beneficio che chiunque può trarre dall’applicare tecniche e una certa disciplina alla propria vita per modificare i propri pensieri, comportamenti, reazioni emotive agli eventi.

Lo sviluppo personale si fonda sull’idea di migliorare se stessi in quanto individui e riporta l’attenzione sul sè in una società tutta proiettata all’esterno. Questa attenzione allo sviluppo del sè  e delle proprie qualità interiori per la ricerca della felicità e del benessere, era concezione comune in molte filosofie greche, invece.

Oggigiorno tuttavia ci vengono proposti numerosi modelli di successo ‘esterno’. Qualcuno potrebbe obiettare che lo sviluppo personale non è necessario per il successo, dal momento che molti personaggi noti e di acclamato successo non ne hanno fatto uso e probabilmente non si sono messi a leggere manuali, fare autoaffermazioni, visualizzazioni, training autogeno, tenere un diario, eccetera.

Se però esaminiamo la vita delle persone di fama troviamo esempi di personalità integrate e positive, per esempio Bill Gates che si adopera anche attraverso una importante fondazione, ma ne troviamo altrettante se non di più, come Whitney Houston, Kurt Kobain e l’elenco sarebbe lunghissimo, la cui vita è caduta in disgrazia proprio perchè alla base non vi era uno sviluppo integrato di tutte le sfere della vita e della personalità.

Quindi la prima considerazione potrebbe essere che il successo non fondato su un parallelo sviluppo personale può portare scompenso e persino in rovina. E’ appunto il caso di persone su cui è piovuto il successo – magari perchè abili in una specifica area della vita quale il loro mestiere – ma non adeguatamente sviluppate sulle altre e dunque facili prede dei propri vizi, dell’incapacità di gestire le proprie finanze, o relazioni, ecc.

A questa considerazione se ne può aggiungere una seconda che è la seguente: alcuni di questi personaggi che sono giunti a grandi risultati senza seguire alcun percorso di autosviluppo, vi sono arrivati in un certo senso nonostante loro stessi e i propri vizi! Ma per ciascuno che arriva al top, vi sono probabilmente migliaia di Kurt Kobain o Whitney Houston stroncati dai propri limiti e debolezze, prima ancora di arrivare a quel livello di fama e  che per questo restano invisibili al grande pubblico!

Quindi è facile intuire come per l’individuo sia preferibile evitare una strada sostanzialmente fatta di casualità e piccole probabilità  e fondare invece le proprie chances di successo nel lavoro quotidiano sul proprio sviluppo personale, curando la crescita psicologica, affinando la disciplina e lavorando sui propri limiti in ogni sfera: economica, relazionale, sentimentale, fisica, ecc.

Soltanto dallo sviluppo di corretti valori, autodisciplina, miglioramento continuo della propria psiche – pensieri, reazioni emotive, comportamenti – può scaturire un vero e stabile miglioramento di vita, non così vincolato alle casualità. Occorre portare l’attenzione all’interno, quando la società ci spinge a guardare in direzione opposta, sostenuti magari da qualche buona lettura sullo sviluppo personale. Ma soprattutto dalla quotidiana applicazione pratica.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.