Erasmus civico per tutti

 Cosa c’è di nuovo se scopriamo che la ministra Boschi ha mentito, sostenendo che non si è mai interessata di Banca Etruria, di cui il padre era vicepresidente? Stiamo ancora a meravigliarci di chi un giorno dice di lasciare la politica, nel caso perda il referendum per cambiare la Costituzione, e il giorno dopo, faccia fuoco e fiamme per occupare una delle più alte cariche al governo, o al partito? E poi, voi lo avete mai visto Veltroni al lavoro in Africa, promessa che aveva fatto in caso di insuccesso? Le bugie sul via all’esecuzione del ponte sullo Stretto di Messina sono state sciorinate per decenni, a seconda dei calcoli elettorali dell’una e dell’altra parte. Dai, abbiamo una classe politica di bugiardi, ma poi siamo tutto un popolo di bugiardi: ci inventiamo delle finte lauree, frodiamo lo Stato, e conniventi, lasciamo proliferare le mafie, sostenendo bellamente che ci vuole più moralità in campo civico, tanto da noi non funziona quasi nulla e prima che ci becchino, facciamo in tempo a passare a miglior vita. E’ un paese marcio dalla testa ai piedi, pochi hanno voglia di lavorare perché se hanno un posto garantito, non vigendo la meritocrazia, vengono pagati alla stessa maniera, sia che lavorino, sia che stiano con le braccia incrociate. Siamo uguali spesso a chi ci governa, solo che nel nostro piccolo, abbiamo meno occasioni di rubare, di avere privilegi e popolarità. Anche nelle vicende negative, purchè se ne parli, visto che non si dimette mai nessuno, si diventa ancora più glamour e se qualcuno del popolo volesse gettare pomodori in faccia al potente di turno, c’è sempre una porta laterale da cui uscire. Consiglierei , dalla scuola dell’obbligo in su, di portare i ragazzi per un periodo di studi nei paesi europei del Nord, dove tutto funziona: i treni sono puntuali, le città pulite, se sai fare qualcosa di professionalmente valido, un lavoro lo trovi e le norme che regolano la vita civile vengono fatte rispettare. Insomma, bisognerebbe non respirare aria di casa nostra, per crescere diversamente, una sorta di educazione civica presso quei popoli che civili lo sono davvero. Ma purtroppo questo Erasmus civico per tutti non è ancora stato messo tra le priorità del nostro Paese, allora avanti con le bugie, con le irresponsabilità, mentre ci si riempie la bocca di parole dai significati opposti, fino a quando la nave Italia non andrà a cozzare conto uno scoglio e si arenerà. Ma gli Schettino della situazione ne faranno le spese? Fino ad ora per gli italici politici purtroppo non è mai stato così.

Commenti

Commenti